Un’iniziativa speciale in collaborazione con Nuna Lie.

Ciao ragazze, oggi voglio parlarvi di un’iniziativa a cui ho aderito di recente. Come sapete già, cerco sempre di sostenere progetti di beneficenza, raccolte fondi e associazioni onlus, spesso diffondendo le varie iniziative tramite il blog e i miei canali social. Di recente sono venuta a conoscenza del progetto HOPE grazie a Nuna Lie, fashion brand italiano.

Il progetto HOPE nasce in ricordo di Rosa Pastena. Forse questo nome non vi dirà nulla: non era un’attrice, una scrittrice o una blogger. Rosa era una donna come tante, di quelle che incroci per strada, al supermercato o in viaggio. E allo stesso tempo era una donna forte che stava combattendo una grave malattia: la fibrosi cistica.

Il futuro della ricerca inizia dal presente.

La fibrosi cistica è un’alterazione genetica che colpisce soprattutto l’apparato respiratorio e digestivo. Ogni anno in Italia nascono oltre 200 bambini affetti da questa malattia. Negli ultimi 50 anni il miglioramento delle terapie ha innalzato l’aspettativa media di vita da 6 a 40 anni, e si fa sempre più concreta la speranza non solo di rendere più efficaci le cure, ma di bloccare la malattia sul nascere.

Ma nonostante questa speranza, Rosa è scomparsa lo scorso febbraio a 39 anni, malata di fibrosi cistica. Sua sorella Teresa, affetta dalla stessa malattia, ha ideato il progetto HOPE per mantenere viva la speranza di un lieto fine per tutti/e i/le Rosa Pastena che ci sono tra noi.

Nuna Lie ha scelto di sostenere il progetto HOPE e la Task Force for Cystic Fibrosis attraverso la vendita di due T-shirt. La prima recita la scritta HOPE, come il nome della campagna. La seconda declina il presente del verbo amare con la grafia della stessa Rosa Pastena, recuperata da un suo quaderno delle elementari.


Maglietta Nuna Lie contro la Fibrosi Cistica

Come sostenere la ricerca contro la fibrosi cistica?

Per sostenere il progetto HOPE ho scelto la T-shirt di Nuna Lie con il verbo amare al presente indicativo. Pensateci: il presente è l’unico tempo che conta, per tutti noi, non solo per i malati di fibrosi cistica. Amare ora, adesso, in questo preciso istante perché tra un’ora, tra due giorni, tra un mese o tra dieci anni, non abbiamo alcuna certezza di quello che succederà.

Se volete sostenere anche voi la raccolta fondi per la ricerca contro la fibrosi cistica potete:

  • acquistare una t-shirt nei negozi Nuna Lie e sul sito;
  • scoprire di più sulla storia di Rosa e donare direttamente sulla pagina hope-rosa.com;
  • condividere un post sui social network con l’hashtag #NUNALIE4TFCF.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *